fbpx Skip to content

Scegliere e utilizzare correttamente i prodotti di prima infanzia

"Il bambino deve sempre essere seduto nel seggiolino auto"

Capitolo 6 - Il seggiolino giusto (da solo) non basta

CATEGORIA: Scegliere e utilizzare correttamente i prodotti di prima infanzia
INTERESSA: 0 +
TEMPO DI LETTURA: 6 min

Selezionare il sistema di ritenuta più adatto in base al peso o all’altezza del bambino, però, è solo l’inizio. Anche nei tragitti più brevi, il bambino deve sempre essere seduto nel seggiolino auto, con le cinture perfettamente agganciate. Non deve mai essere tenuto in braccio oppure seduto nel seggiolino senza cinture di sicurezza. Un bambino non fissato al seggiolino, in caso di incidente, viene sbalzato a una forza d’urto superiore di molte volte al suo peso. Solo le cinture del seggiolino auto possono contenerlo. Impossibile, invece, riuscirci con le braccia: come riporta l’Aci, nel caso di un impatto a 56 km/h, un bambino che pesa 15 kg produce una forza d’urto pari a 225 kg!

Il seggiolino poi, deve essere correttamente posizionato sui sedili dell’auto. I dati dimostrano che la maggior parte degli incidenti stradali riguardano collisioni frontali. Inoltre, l’impatto in caso di tamponamento tende a essere meno grave poiché i veicoli procedono nella stessa direzione piuttosto che frontalmente. Per questo è altamente consigliato collocare il seggiolino auto sui sedili posteriori, meglio ancora in quello centrale, il più lontano da ogni possibile impatto. Tuttavia non tutti i sedili centrali delle auto hanno caratteristiche necessarie per l’installazione. In questo caso è consigliabile usare il sedile posteriore destro (lato passeggero). Solitamente quando si parcheggia, sul lato destro si trova il marciapiede e questo rende le operazioni di posizionamento del bambino sul seggiolino auto più agevoli e sicure. Qualora non sia possibile porre il seggiolino sui sedili posteriori, è possibile installarlo sul sedile anteriore. La legge prevede che se il seggiolino è posizionato in senso contrario di marcia l’airbag frontale dell’auto debba essere disattivato per evitare che la sua esplosione provochi danni al bambino. Se il seggiolino si trova in senso di marcia, non sarà necessario disattivare l’airbag, ma si dovrà arretrare il più possibile il sedile dell’auto. Le culle delle carrozzine omologate per il trasporto in auto in abbinamento al relativo kit vanno collocate longitudinalmente nei sedili posteriori dell’automobile e fissate alle cinture tramite gli agganci posti ai lati, con la testa del bambino lontano dalle portiere. Sono particolarmente indicate per affrontare viaggi medio-lunghi (oltre un’ora) perché consentono di rimanere nella posizione sdraiata, favorendo la corretta respirazione del neonato.

I seggiolini per neonati vanno obbligatoriamente installati sempre nel senso contrario di marcia, perché è la posizione più sicura. Le ossa e i muscoli del collo non sono ancora sufficientemente sviluppati per sostenere la testa: se il bambino viaggia in senso di marcia, la testa non sarebbe adeguatamente supportata in caso d’impatto frontale e verrebbe spinta in avanti sollecitando eccessivamente il collo con possibile rischio di lesioni gravi. Nella posizione contraria al senso di marcia, invece, la testa è meglio sostenuta e le forze dell’impatto vengono distribuite su una superficie più ampia. Recenti studi hanno dimostrato che la posizione in senso contrario di marcia è indicata anche per i bambini più grandi. Da un punto di vista normativo, se il seggiolino auto è omologato secondo la normativa ECE R44/04, deve essere posizionato in senso contrario di marcia fino ai 9 kg di peso del bambino.  Se il seggiolino è omologato I-Size, deve essere installato in senso contrario di marcia fino ai 15 mesi del bambino.

I bambini devono viaggiare ben assicurati a un seggiolino auto anche se la destinazione è dietro casa. La maggior parte degli incidenti stradali in cui vengono coinvolti i bambini, infatti, avviene entro i tre chilometri da casa, perché le distrazioni e gli imprevisti sulle strade urbane sono notevolmente superiori rispetto a qualsiasi altro tratto stradale.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai per prima le ultime novità dal Baby Wellness Lab!

Sistemi anti-abbandono

La recente modifica dell’Art. 172 del Codice della Strada (reso effettivo dal Decreto Ministeriale n. 122 del 2 ottobre 2019) ha introdotto l’obbligo per il conducente di dotarsi di un sistema per prevenire il rischio di abbandono quando trasporta in auto un bambino di età inferiore ai 4 anni.

I sistemi anti-abbandono possono essere:

  1. integrati nell’automobile (alcune automobili sono dotate di sistemi di rilevazione di presenza e/o peso a veicolo spento)
  2. integrati nel seggiolino (alcuni seggiolini auto sono disponibili con sensori e avvisatori integrati)
  3. un accessorio del seggiolino (sono dispositivi da applicare sui seggiolini)

I dispositivi della categoria “c” sono i più comuni. Ce ne sono di differenti tipi e sono commercializzati da più produttori. Alcuni sono dichiarati universali, ovvero abbinabili a tutti i seggiolini auto. Poiché la legge stabilisce che il sistema anti abbandono “non deve alterare i parametri di omologazione del seggiolino auto”, è consigliato abbinare al seggiolino auto un sistema anti-abbandono della stessa marca. Solo l’azienda proprietaria del certificato di omologazione del seggiolino, infatti, può stabilire la non alterazione di questi parametri quando seggiolino e dispositivo vengono abbinati.

Leggi le opinioni di...

Leggi le opinioni su questo articolo da parte di fonti autorevoli in campo scientifico o di aziende specializzate.

Ancora nessun contributo, aggiungine uno!


Contribuisci