fbpx Skip to content

Cura e attenzioni amorevoli

"Per il benessere e la salute del bebè, gli esperti raccomandano di cambiare sempre il pannolino"

Capitolo 7 - Il cambio del pannolino

CATEGORIA: Cura e attenzioni amorevoli
INTERESSA: 0 +
TEMPO DI LETTURA: 2 min

L’area del pannolino è quella da pulire con maggiore attenzione, in occasione del bagnetto e dei diversi cambi nel corso della giornata. Urina e feci sono alcaline e il loro contatto prolungato con la pelle del piccolo può provocare irritazioni. Un pannolino sporco, inoltre, è molto fastidioso per il neonato, che può svegliarsi o rifiutarsi di prendere sonno se non si sente pulito e asciutto. Per il benessere e la salute del bambino, gli esperti raccomandano di cambiare il pannolino appena sporco.

L’area va poi lavata e pulita sotto acqua corrente tiepida, aiutandosi con un panno morbido o un batuffolo di cotone che vanno passati da davanti a dietro, per evitare il contatto delle feci con i genitali. Se i genitori non dispongono di acqua corrente al momento del cambio, possono utilizzare delle salviette detergenti prive di profumi e alcool, specifiche per neonati. L’abitudine di lavare il bambino ad ogni cambio è molto radicata nella cultura Italiana mentre in altri Paesi si utilizzano più frequentemente le salviettine detergenti. Non bisogna eccedere con i lavaggi, ma almeno una volta al giorno, l’area del pannolino deve essere comunque pulita con acqua corrente.

Nelle prime settimane di vita, le femmine possono manifestare piccole perdite di muco dai genitali, una reazione agli ormoni estrogeni che dall’organismo materno passano attraverso la placenta al nascituro. È un fenomeno fisiologico che non deve allarmare. Per pulire le secrezioni è sufficiente sciacquare con acqua corrente. Anche nell’igiene del maschietto bisogna evitare manovre invasive: il prepuzio del bambino è normalmente incollato al pene e non bisogna provare ad abbassarlo perché si rischia di provocare lesioni dolorose.

Completata la pulizia dell’area del pannolino, l’ideale è lasciare il piccolo nudo e asciutto a contatto con l’aria per qualche minuto. Prima di rivestirlo, se la pelle del bambino è irritata o infiammata, è consigliata l’applicazione di una pomata all’ossido di zinco, che formerà una barriera protettiva tra la pelle, feci e urina.

Il cambio del pannolino rappresenta un’occasione straordinaria di contatto tra genitori e bambino. Un momento di intimità fatto di carezze, sorrisi, scoperte. Di vero e proprio wellness. Per questo mamma e papà si dovranno premurare di avere sempre tutto a portata di mano. Non bisogna distrarsi per recuperare qualcosa che manca, sia per questioni di sicurezza, sia per evitare che il bambino nel frattempo si infastidisca.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai per prima le ultime novità dal Baby Wellness Lab!

Leggi le opinioni di...

Leggi le opinioni su questo articolo da parte di fonti autorevoli in campo scientifico o di aziende specializzate.

Ancora nessun contributo, aggiungine uno!


Contribuisci