fbpx Skip to content

Cura e attenzioni amorevoli

"La soluzione migliore, quindi, è imparare presto a tagliarle, anche se inizialmente può sembrare difficile o impressionare i neogenitori"

Capitolo 6 - Una manicure perfetta

CATEGORIA: Cura e attenzioni amorevoli
INTERESSA: 0 +
TEMPO DI LETTURA: 2 min

Le unghie del neonato, seppur minute crescono in fretta, circa 0,1 mm al giorno, ed è facile che il piccolo si graffi inavvertitamente, dato che nei primissimi mesi non ha ancora il pieno controllo dei movimenti delle braccia. Alcuni bambini nascono con le unghie già lunghe, tant’è vero che in passato nei reparti ospedalieri si utilizzavano le muffole (guantini) per evitare che si graffiassero il viso. Oggi, però, la scienza ci dice che il tatto è un senso fondamentale per il neonato. Attraverso le mani impara a conoscere sé stesso, scopre il mondo che lo circonda e soprattutto, ritrova il contatto pelle a pelle con la mamma.

La soluzione migliore, quindi, è imparare presto a tagliarle, anche se inizialmente può sembrare difficile o impressionare i neogenitori.  Le unghie delle mani vanno regolate più o meno una volta alla settimana, mentre quelle dei piedini, che crescono più lentamente, una o due volte al mese. Per le prime 2-3 settimane, quando le unghie sono ancora molto fragili, è raccomandato l’uso di una limetta in cartone che va sfregata delicatamente sui bordi. In seguito, si potranno utilizzare specifiche forbicine con punte arrotondate oppure, meglio ancora, tagliaunghie a scatto specifiche per neonati.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai per prima le ultime novità dal Baby Wellness Lab!

Per evitare il rischio di infezioni, gli strumenti adottati per il taglio andrebbero lavati e disinfettati ad ogni utilizzo.

Le unghie vanno tagliate seguendo il profilo delle dita, preferendo un taglio dritto, che salvaguardi i lati, in modo da evitare che possano incarnirsi. Allo stesso tempo bisogna evitare di tagliare le unghie troppo corte: meglio restare un po’ distanti dal corpo ungueale per evitare sanguinamenti.

Per la stessa ragione è bene scegliere un luogo ben illuminato e comodo ed effettuare il taglio quando il bambino è calmo. Il momento più indicato è dopo il bagnetto, quando il bambino è rilassato e le unghiette sono più morbide. Finito il taglio, un leggero massaggio delle dita con qualche goccia di olio di mandorle potrà trasformare l’esperienza in un’occasione di wellness formidabile

Leggi le opinioni di...

Leggi le opinioni su questo articolo da parte di fonti autorevoli in campo scientifico o di aziende specializzate.

Ancora nessun contributo, aggiungine uno!


Contribuisci