fbpx Skip to content

La buona nanna

"Nei primi mesi il ritmo respiratorio del neonato non è sempre regolare"

Capitolo 11 - Le apnee nel sonno

CATEGORIA: La buona nanna
INTERESSA: 0+
TEMPO DI LETTURA: 2 min

I disturbi respiratori dei neonati durante il sonno sono fonte di notevole preoccupazione dei neogenitori, ma solitamente sono fenomeni fisiologici che spariscono con lo sviluppo.

Nei primi mesi il ritmo respiratorio del neonato non è sempre regolare, soprattutto nelle fasi di sonno più intenso, e può capitare che il bambino trattenga il respiro per qualche secondo. Questo può essere dovuto a molteplici cause. Innanzitutto il cervello non ha ancora perfezionato i meccanismi di controllo del respiro: per questo, a volte, il neonato “sospende” la respirazione per qualche secondo quando passa da un ritmo più sostenuto ad uno più lento. Il fenomeno dura per pochi attimi e tende a sparire con la crescita. Anche il reflusso esofageo può causare una breve interruzione del respiro.

Una terza casistica di apnea non patologica è quella emotiva: dopo una crisi di pianto, il bimbo può avere difficoltà a riprendere a respirare normalmente, diventando a volte anche rosso. Anche in questo caso, l’episodio dura solo pochi secondi e non deve allarmare particolarmente.

Più raramente le apnee nel sonno nascondono situazioni patologiche che necessariamente vanno approfondite a livello medico. Questo tipo di apnee vengono definite Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) e potrebbero essere riconducibili a diversi fattori e comportare conseguenze anche serie sulla salute e lo sviluppo del bambino. Potrebbero dipendere da alterazioni morfologiche delle prime vie aeree, prima fra tutte l’ipertrofia adeno-tonsillare, o da scompensi di pressione, o ancora essere legate all’obesità del bambino. I sintomi collegati a questo tipo di patologia sono generalmente il russamento, gli episodi di pianto notturni, l’attività motoria ripetitiva nel sonno, la suzione debole (31). Nell’osservare questi fenomeni, i genitori si dovranno necessariamente rivolgere al pediatra.

Iscriviti alla newsletter

Riceverai per prima le ultime novità dal Baby Wellness Lab!

Leggi le opinioni di...

Leggi le opinioni su questo articolo da parte di fonti autorevoli in campo scientifico o di aziende specializzate.

Ancora nessun contributo, aggiungine uno!


Contribuisci