fbpx Skip to content

Il miglior nutrimento fin dall'inizio

"È povero di ferro e l’assorbimento di quel poco che contiene è ostacolato a livello intestinale"

Capitolo 10 - Quando iniziare con il latte di mucca

CATEGORIA: Il miglior nutrimento fin dall'inizio
INTERESSA: 0 +
TEMPO DI LETTURA: 2 min

Il latte di mucca è un alimento ricco di energia, proteine e calcio, un ottimo apporto alla dieta di adulti e bambini, ma non è adatto come sostituto del latte materno nel primo anno di vita. È più povero di ferro del latte umano e l’assorbimento di quel poco che contiene è ostacolato a livello intestinale dal calcio e dalle caseine. Inoltre, poiché le sue proteine sono meno digeribili rispetto a quelle del latte materno, nei più piccoli può provocare colite e micro emorragie della mucosa intestinale, quindi perdite occulte di sangue nelle feci, con un ulteriore impoverimento delle riserve di ferro.

Diversi studi hanno dimostrato che i bambini alimentati principalmente con latte di mucca nel primo anno di vita hanno un maggior rischio di carenza di ferro rispetto a quelli alimentati con latte umano o latte in formula (15).

Iscriviti alla newsletter

Riceverai per prima le ultime novità dal Baby Wellness Lab!

Il latte di mucca, poi, è molto ricco di sali minerali. Filtrarli, richiede un grande sforzo ai reni di un bambino piccolo. In condizioni fisiologiche, al superamento dell’anno di vita, questo sforzo non ha generalmente alcuna conseguenza dannosa per la sua salute, ma in presenza di fattori che comportano la perdita di liquidi, come un’infezione con febbre o diarrea, una condizione di stress a carico dei reni aumenta il rischio di disidratazione.

Infine, la concentrazione eccessiva (per le esigenze di un bambino) di proteine nel latte di mucca, potrebbe favorire la sua predisposizione al sovrappeso negli anni successivi.

Per queste ragioni, secondo gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e del nostro Ministero della Salute, il latte vaccino con i suoi derivati può sì essere aggiunto in piccole quantità come parte dell’alimentazione complementare già a 6 mesi, ma non dovrebbe essere offerto come alimento principale in sostituzione del latte materno entro il primo anno di vita (16). Altri specialisti e società scientifiche di pediatria si spingono oltre e raccomandano di aspettare i 24 o i 36 mesi prima di somministrare latte vaccino come parte significativa della dieta.

Leggi le opinioni di...

Leggi le opinioni su questo articolo da parte di fonti autorevoli in campo scientifico o di aziende specializzate.

Ancora nessun contributo, aggiungine uno!


Contribuisci