fbpx Skip to content

Approfondimenti scientifici

Attacco al seno e suzione

FOCUS: Allattamento
QUESTO ARTICOLO APPARTIENE AL PRINCIPIO DEL BABY WELLNESS: Il miglior nutrimento fin dalla nascita
Young woman breastfeeding her baby at home

Uno degli aspetti fondamentali per avviare ad un corretto allattamento è il corretto attaccamento al seno:

La mamma deve assicurarsi che abbia la pancia a contatto con il corpo del bambino, che l’orecchio, la spalla e il bacino siano in asse, che il nasino del bambino sia di fronte al suo capezzolo. Poi deve aspettare che la bocca del bambino sia ben aperta per permettergli di prendere una buona porzione di seno oltre al capezzolo e muovere il bambino verso la mammella (e non viceversa).

Queste indicazioni valgono per i neonati e nelle prime settimane di avvio dell’allattamento. Successivamente, i bambini diventano “piccoli esperti” nel poppare al seno e, in genere, gestiscono efficacemente l’attacco e la posizione insieme alla mamma. Quando il bambino si attacca al seno, si attivano riflessi neurormonali che stimolano la produzione di latte e la sua emissione.

Il bambino è attaccato correttamente al seno se:

  • la bocca è ben aperta e le labbra sono estroflesse
  • il bambino ha in bocca oltre al capezzolo anche buona parte dell’areola
  • il mento del bambino è a contatto con la mammella.

Poi occorre osservare se la suzione è efficace, ossia se sono presenti tutti i riflessi che la determinano. Quando il seno tocca le sue labbra, il bambino sposta la testa leggermente all’indietro, apre bene la bocca e posiziona la lingua in basso e in avanti per cercare il seno.

Appena il bambino si trova sufficientemente vicino al seno e ne ha preso una porzione abbastanza grande, il capezzolo arriva a toccare il palato molle stimolando la suzione.

A questo punto la lingua spreme il latte dai dotti sotto l’areola. Infine quando la parte posteriore della bocca si riempie di latte, il bambino deglutisce.

I segnali di una suzione valida sono:

  • una suzione lenta e profonda, a volte con una breve pausa
  • una deglutizione visibile
  • guance piene e arrotondate
  • fine spontanea della poppata da parte del bambino, che lascia il seno da solo e sembra soddisfatto.

Infine va osservata se è corretta la posizione della madre mentre allatta. Per una buona riuscita dell’allattamento, particolarmente nei primi giorni dopo il parto, la mamma deve assumere una posizione confortevole che sostenga la schiena e tenere i piedi appoggiati al pavimento o su un rialzo, in modo che le gambe siano rilassate.