fbpx Skip to content

Approfondimenti scientifici

La carie e dentini da latte: pericoli da evitare e come capire che il dentino è cariato. Fluoro: a che cosa serve

FOCUS: La dentizione
QUESTO ARTICOLO APPARTIENE AL PRINCIPIO DEL BABY WELLNESS: La salute del neonato

Ti è mai successo di lasciar addormentare il tuo bambino con il biberon? Questa abitudine, soprattutto se il biberon contiene sostanze zuccherate può provocare la cosiddetta “Carie da biberon”, un fenomeno frequente nei bambini piccoli. Quando il tuo bambino beve succo di frutta da un biberon o da una tazza con beccuccio, i liquidi si accumulano intorno ai dentini e alle gengive. Se beve qualcosa di diverso dall’acqua o dal latte di mamma, significa che i suoi denti sono praticamente immersi in zuccheri e in altri residui che causano carie.

Mamma, conosci già l’importanza di una quotidiana abitudine di igiene orale, ma sai che è altrettanto importante per il tuo bambino? I denti dei bambini sono molto più propensi alla carie. I denti da latte mettono le basi per quelli definitivi e la carie nei denti da latte possono portare ad un rischio maggiore di problemi del cavo orale più avanti nella loro vita.

Anche durante lo divezzamento nella bocca del bambino si possono formare carie ( cosiddette “Carie della Prima Infanzia” ovvero Early Childhood Caries (ECC) a causa del contatto prolungato di dentini o gengive con liquidi contenenti zuccheri e i succhi di frutta. I liquidi e gli zuccheri in essi contenuti, si depositano sui primi denti e rimangono per un lungo periodo di tempo mentre il bambino dorme portando, in molti casi, alla formazione di carie che dapprima si sviluppano nei denti frontali superiori e inferiori. Per tale ragione non dovete lasciare che il bambino si addormenti con il succo di frutta in bocca. Questa problematica può ridurre lo spessore dello smalto dei dentini da latte e renderlo più suscettibile agli attacchi di carie. Perciò durante il riposino, invece di bevande zuccherato, preferite un bicchiere d’acqua.

Nel bambino il dolore provocato dalla carie può causare difficoltà a mangiare. Ma potrebbe avere anche problemi di sonno ed essere ansioso.

Come si comporta un dentino cariato?

Semplicemente il dentino cambia colore: dal bianco latte ad opaco o nero.

Ma la carie non è sempre visibile! Se il dentino risulta sensibile all’acqua calda o fredda, è dolente oppure circondato dalla gengiva arrossata allora è cariato e il bambino sentirà fastidio o dolore.

È fondamentale trattare la carie sui denti da latte con cura per evitare la contaminazione batterica dei futuri denti permanenti e prenotare la visita dal dentista pediatrico.

Quali sono i fattori di rischio nello sviluppare la carie?

0-3 anni

  • La contaminazione batterica genitore/bambino quando i genitori assaggiano, con lo stesso cucchiaio, gli alimenti che daranno ai loro bambini.
  • Utilizzo continuo del biberon con un prodotto zuccherato

3-6 anni

  • La consumazione di zucchero nascosto contenuto nelle patatine, torte, ecc.
  • La persistenza dell’uso del biberon al posto di alimenti solidi da masticare.
  • L’assenza di un consulto da parte del dentista fin dalla più giovane età.

6- 12 anni

  • Mancata igiene orale domiciliare e presso lo studio dentistico.
  • Spuntini frequenti e il consumo eccessivo di bevande acide o ricche di zucchero.

Passo per passo:

l primo passo è sapere che aspetto ha la carie e il primo posto in cui guardare sono le gengive del tuo bambino. Se sanguinano regolarmente, o appaiono arrossate o gonfie, molto probabilmente sono presenti batteri.

Un altro passo importante è evitare cibi e bevande zuccherate nella sua dieta. Una quantità minore di zuccheri significa meno produzione di acido, quindi uno smalto più forte. Leggi le etichette ed evita gli alimenti peggiori, come succhi di frutta o bevande gassate.

Dovresti iniziare a lavare i denti del tuo bambino almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro non appena spunta il primo dente da latte. I dentisti consigliano che sia un adulto a lavare i denti fino all’età di 7 anni, quando il bambino può imparare a farlo nel modo giusto.

La prima visita dal dentista dovrebbe essere fatta al 1° anno di vita del tuo bambino.

Dopo la prima visita, si consiglia di portarli dal dentista ogni 6-12 mesi.

A che cosa serve il fluoro per i denti da latte?

Uno dei composti del dente è il calcio. Anche se in concentrazioni molto piccole, i nostri denti, attraverso la saliva, perdono e acquisiscono continuamente molecole di calcio.

Il fluoro, quando si trova a contatto con i denti, si sostituisce al calcio. Quando questo avviene si forma una struttura del dente molto più resistente di quella che normalmente si formerebbe con il calcio. I dentini da latte che vengono a contatto con il fluoro sono più resistenti alla carie perché i batteri fanno più fatica a bucare lo smalto.

Approfondimento scritto da:

alexandra semjonova baby wellness foundation
Dr.ssa Alexandra Semjonova, PhDr., PhD.
Medico Ricercatore. Postgraduate Certificate in Prevenzione della Salute Orale in età infantile. Ha conseguito il Master in Perinatologia, in Alimentazione infantile, in Allergologia Pediatrica e in Citologia. Diploma Accademico di I livello in Pedagogia

Leggi gli altri approfondimenti